Benvenuto su Gruppo Sportivo TURBIKE

TURBIKE sostiene l'Onlus

ciavattini

sostiene il Gioco TURBIKE

Giuseppe Bucci - Tappezzeria ed Arredamenti dinterno
Home Il tuo utente Chat Argomenti Invia News Forum Amministrazione
  Registrati!    
------   Messa di Natale di Prj58 (ultimo: giaguarotto45 2018-12-10 11:35:28)   PREMIAZIONE TURBIKE DEL 35ennio!!! di giaguarotto45 (ultimo: giaguarotto45 2018-12-05 13:03:02)   8 dicembre di biklimber (ultimo: biklimber 2018-12-03 20:02:23)   PRENOTAZIONE ALBERGO: NOVECOLLI E DOLOMITI!!! di giaguarotto45 (ultimo: giaguarotto45 2018-11-30 11:37:18)   SE QUALCUNO VUOLE AGGREGARSI.... di biklimber (ultimo: biklimber 2018-11-29 21:37:25)-----

Principale

Chi Siamo


 Il Regolamento


 Percorsi
Gli Allenamenti
 TurbiDizionario
 Contattaci! 


Foglio Presenze
Mailing list


Programma 2018
Classifiche 2018
Squadre 2018
Categorie 2018


Classifica Speciale

Tappe

Gazzetta

Archivio

 Archivio


Il Sito

Come Registrarsi
 Entra in CHAT
Il Meglio del Sito
Segnalaci
Suggerimenti


il Meteo


Previsioni Italia
 
Immagini Satellite
 
Previsioni Città

Il tuo utente
Benvenuto Anonymous
Se ancora non hai un account clicca qui per registrarti

Nickname:
Password:
Codice di sicurezza: Codice di sicurezza
Digita qui il codice:

[ Password persa? ]


Menù Moduli
 Connessione Rapida
    Home
    
 Principale
    
Album fotografici
    autohtml
    classifiche
    classifiche2009
    classifiche2010
    classifiche2012
    classifiche2013
    classifiche2014
    classifiche2015
    classifiche2016
    Domande Freq.
    Downloads
    home
    Il Meteo
    IP_Tracking
    Sections
    Submit_News
 Community
    Archivio Articoli
    Articoli
    Forum
    Messaggi Privati
 Utenti
    Il tuo utente
    Lista Utenti




Lingua



Presentazione del tourbike

CHI SIAMO

Il G.S. TURBIKE è un gruppo sportivo formato da grandi appassionati di ciclismo e profondi conoscitori di questo meraviglioso sport. Per questa ragione l'approccio è verso un ciclismo di mediofondo (uscite di circa 100-130 km) svolto tutti i sabati dell'anno, su percorsi, scelti tra i più panoramici e a basso tasso di rischio automobilistico, della nostra bella regione Lazio e di quelle limitrofe (Abruzzo e Umbria). Viene inoltre effettuata qualche "puntata" in altre regioni nell'ambito della partecipazione ad alcune granfondo tra le più gettonate (Novecolli, Maratona 'dles dolomites, etc.).

Quindi un cicloturismo - anche se ben pedalato - a media e lunga gittata, su strade prevalentemente montane, al fine di sfuggire al traffico sempre più caotico che circonda Roma, con ritorno ai luoghi di partenza (dislocati nei paraggi delle uscite del G.R.A.) effettuato usualmente entro le ore 13.

Il gruppo Ciclistico Turbike si autogestisce e si regolamenta in maniera professionale, obbligando i propri iscritti all'uso del casco ed alla sottoscrizione di una polizza assicurativa infortuni e R.C. verso terzi, oltre che al tesseramento con l'U.S. ACLI.

L’attività è totalmente autofinanziata non dipendendo il gruppo da alcuno sponsor e/o negozio ciclistico.

Molto sentita è la pratica dell'attività sociale, organizzata con molto zelo dal Presidente, dai Consiglieri e dai Capitani delle squadre, che trova il suo culmine nello svolgimento - ogni sabato - della tradizionale tappa Turbike che può essere di varia natura - agonistica o turistica . In particolare essa è organizzata in maniera puntuale in primavera-estate con l’effettuazione dell’annuale trofeo sociale.

Anche la partecipazione alle granfondo/mediofondo è molto sentita e viene gestita sia dal Gruppo Turbike che da Cicli Fatato a cui si appoggia una parte del gruppo.

LE ORIGINI

Il gruppo si è formato a cavallo tra gli anni ‘70 ed ‘80 per iniziativa di una dozzina di amici incontratisi per caso lungo le strade di Ostia e Torvajanica (percorsi a suo tempo usuali ai ciclisti romani); fra questi Marcello Cesaretti faceva da punto di riferimento per tutti e da lui partivano le iniziative e gli appuntamenti del sabato. Più tardi si unirono altri pezzi importanti come Carlo Gobbi e Marcello Romagnoli ed il gruppo si raddoppiò. Nel 1984 iniziò il primo trofeo Turbike formato da sei squadre di quatto componenti ciascuna. per un totale di 24 partecipanti: fu un successo; sulla scia dell'entusiasmo per la scoperta del miglioramento delle proprie prestazioni e dell'incentivo a ben figurare, l'anno successivo il gruppo raddoppiò nuovamente !  Aumentò ancora negli anni successivi fino a raggiungere 60 elementi.

Il gruppo Turbike è stato il primo gruppo a percorrere itinerari a quel tempo insoliti (Monte Guadagnolo, Monteflavio, Roccamassima, etc.); siamo stati inoltre il primo gruppo ad obbligare i propri iscritti all'uso del casco (il primo Brancale, bianco) sin dall'anno 1984 !

Il programma con gli anni non ha subito sostanziali variazioni dei percorsi, mentre con il tempo - essendosi ampliato il divario di capacità "prestazionali" nel gruppo - sono state introdotte delle categorie di valore, recentemente accompagnate da ulteriori sotto-divisioni in fascie di età, per consentire di trovare il proprio collocamento nel gruppo anche a chi, seppur appassionato, è limitato, ad esempio, dal poco tempo per allenarsi.

Nel corso degli anni, dal Turbike sono transitati molti forti cicloamatori, alcuni dei quali partecipano con onore alle competizioni cicloamatoriali laziali (ad Es. Bruno Risa, Agildo Mascitti, Luciano Lodoli). Il gruppo nel corso degli anni ha inoltre registrato la partecipazione di numerosi esponenti del giornalismo “ciclistico” tra cui Eugenio Capodacqua, Gianluca Donato e Giovanni Bruno.

Per quanto riguarda il fenomeno granfondo, il gruppo Turbike è stato tra i precursori: tre sono le Tirreno-Adriatico, organizzate da Franchi, vinte dal ns. gruppo negli anni 1985/88; più recentemente il gruppo ha partecipato dal 1989 alla Novecolli ed alla Maratona dles Dolomites raggiungendo risultati lusinghieri a livello di squadra (11° posto per tre anni ad entrambe le manifestazioni, 1° premio nel Giro del Lazio, nella Granfondo del Terminillo, Granfondo della Bassa Sabina, Granfondo di Farfa e del Lago del Turano) e portando - negli anni della sponsorizzazione Lipton (1996/98) - i pezzi più forti del gruppo, Luigi Cardarelli e Luigi Paffarini, a risultati dui tutto rispetto.

La partecipazione alle Granfondo da parte del gruppo si è concretizzata nell’adesione anche a gare anche al di fuori dei confini nazionali come ad esempio La Marmotte.

Sono trascorsi circa vent'anni dall'inizio dell'attività ed oggi, dopo la breve pausa, più marcatamente agonistica, caratterizzata dalla sponsorizzazione della Lipton, la formula originaria risulta ancora gradita, come conferma il numero sempre costante (circa sessanta) di iscritti.

 

IL PRESENTE

Oggi il gruppo Turbike è formato da 10 squadre di sei elementi ciascuna per complessivi 60  iscritti che sono divisi – in base ai loro desideri ed alle loro potenzialità – in quattro sezioni: due categorie “agonistiche” , ottenute dividendo gli interessati in due fascie di età e due categorie “turistiche”  divise a loro volta in due classi, a seconda delle loro potenzialità, anziché - come nel caso degli “agonisti” - in base all’età.

Il programma ricalca la linea di sempre e prevede durante tutti i Sabati da marzo ad ottobre l’effettuazione di tappe, ricomprese in un torneo che appaga abbondantemente tutti prevedendo percorsi differenti per caratteristiche, con lo scopo di dare a tutti i partecipanti la possibilità di esprimersi al meglio. In concomitanza con la partecipazione alle granfondo domenicali (circa 10 per stagione) il sabato si effettua una tappa di tipo “turistico” al fine di dare un’alternativa a chi non pratica l’attività “granfondistica” e che non fa rimpiangere la gara del giorno successivo.

Il trofeo sociale prevede la compilazione di classifiche che consentono a fine anno di premiare sia la fedeltà (prendendo in esame tutti i punteggi) sia l’agonismo (selezionando i  migliori risultati) relativi a singoli e squadre.

Tutto questo in un coinvolgimento di gruppo nuovo che tuttavia ha il sapore di ritornare indietro nostalgicamente agli anni più eroici del Turbike..

RILEVAZIONI ALTIMETRICHE

E’ iniziata dal 1996 a cura di Alessandro Bennicelli un’opera di rilevazione delle caratteristiche altimetriche dei percorsi usualmente campi di battaglia tra gli iscritti al G.S. TURBIKE. Il dettaglio dell’altimetria viene infatti effettuato con la massima precisione mediante il cardiofrequenzimetro Polar X-Trainer con risoluzione a 3 metri e rilevazioni anche ogni 5 secondi !. I dati sono poi elaborati su fogli elettronici.

Angelo Ferioli ha inoltre predisposto un programma che consente un veloce trattamento dei dati Polar in grafici altimetrici e che restituisce tempi di percorrenza dei percorsi  “personalizzati” in base alle caratteristiche (VAM in salita e capacità “discesistiche” e “passistiche” dei singoli).



[ Indietro ]
Web site engine's code is Copyright © 2003 by PHP-Nuke. All Rights Reserved. PHP-Nuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
Generazione pagina: 1.579 Secondi